T R I E S T E

 E V E N T I

Trieste   (Italia)

18 - 22 giugno 2016

Inaugurazione della mostra pittorica: Oriente e Occidente nell'opera del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière.

Sabato 18 giugno, in occasione del centenario della nascita del dell'artista, si terrà l'inaugurazione della mostra pittorica Oriente e Occidente nell'opera del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière.

Il valore sociologico e antropologico dell'opera pittorica di questo pensatore che cerca di unire l'esperienza umana del devenire della storia e delle differenti regioni e tradizioni del mondo, apre il passo a un senso di unione e di avvicinamento interculturale che ha come base la Tolleranza che nasce dallo studio e dalla comprensione dell'identità tanto ancestrale che contemporanea delle diverse culture.

Conferenza introduttiva: Oriente e Occidente, due colonne della PACE

Nell'ambito dell'inaugurazione si terrà una conferenza sul dialogo storico e contemporaneo fra Oriente e Occidente per la pace e ei progresso sociale.

Oriente e occidente non sono solo spazi geografici, ma anche modi di vedere e concepire il mondo nel quale viviamo. Rappresentano le due facce della stessa medaglia, ognuna con le sue tipicità antropologiche e socioculturali incluse le loro psicologie contrastanti.

Conferenza - Laboratorio: Sintagma e Sintesi del Sapere nell'Opera del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière

Domenica 19 giugno, mediante questa conferenza – laboratorio si cercherà di individuare gli elementi simbolici nell'opera pittorica del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière

che sintetizzano e riassumano il contributo, le opere, le idee e il pensiero di altri autori nell'ambito della scienza, dell'arte, della filosofia e della mistica ai fini di fornire un insegnamento e una sintesi della saggezza universale.

  "La creativi deve avere come caratteristiche l'inventiva, l'innovazione, il rinnvamento, il cambio, la ristrutturazione di ciò che è già stabilito, lo sviluppo di nuove idee, l'ampliamento di orizzonti, o piuttosto, l'apertura di orizzonti sconosciuti, ma sempre per dar vita."

 

 

- M. N. Cerf y J. M. Esborronda, Educación para el Talento y la Paz

Laboratorio: Presentazione del gioco didattico Pappamundi

Domenica 19 giugno verrà presentato il gioco Pappamundi elaborato dalla Fondazione ELIC (Escuelas Libres de Investigación Científicas para Niños). Si tratta di un gioco collaborativo che insegna ai bambini il lavoro in equipe nonchè, in maniera ludica, le basi dell'alimentazione e i fattori ecologici che la condizionano.

 "Dobbiamo cominciare ad imprimere nell'animo dei bambini l'amore e il rispetto per la natura mediante lo studio e le pratiche, adeguate alla loro età, di ricerche ecologiche e conservazioniste proprie di un bambino ricercatore".

- M. N. Cerf y J. M. Esborronda, Educación para el Talento y la Paz

Simposio: Nuovi metodi scientifici dal punto di vista umanistico per arte medica

Martedì 21 giugno si terrà un simposio con esperti di vari ambiti scientifici, i quali converseranno sulle proposte del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière per la medicina come arte integrale, unendole a scoperte attuali nel campo della neurologia, epigenetica, endocrinologia, patalogia e diagnosi. 

 "Se requiere un estado sereno para abordar el Saber; desde el comienzo la calma debe ser establecida, es necesaria la maestría del cuerpo y del espíritu antes que todo, la salud física tanto como la salud moral. Se cura generalmente el cuerpo sin el espíritu o se cura el espíritu sin el cuerpo; se debe buscar un justo medio, un equilibrio. 

- S. R. de la Ferrière, Yug Yoga Yoghismo

Chiusura del evento: Attività artistica

Mercoledí, 22 giugno, con un atto artistico e culturale inteso come omaggio alla sua magna opera umnistica a favore del progresso sociale, si chiuderà l'evento della celebrazione del centenario della nascita del Dr. Serge Raynaud de la Ferrière.

  "E' interesante che alcuni obiettivi e finalità dell'opera del Saggio Francese Dr. Serge Raynaud de la Ferrière, fondatore della G.F.U (oggi per antonomasia Magna Fraternitas Universalis), in consonanza con alcuni approcci del Saggio inglese Julián Huxley, fondatore, in certo modo, dell'Unesco, coincidono virtualmente, come l'azione di due figure gigantesche in empatia, riguardo a ciò che per entrambi significò l'UNESCO."

 

- D. J. Ferriz, El Retiro del Maestre